Infanzia, "Educare attraverso il gioco". Tutte le novità delle proposte educative

Associazione Giovanna d’Arco - 19/11/2013 | Associazione Giovanna d’Arco onlus

Convegno "Educare attravaerso il gioco
ROMA - In occasione della giornata internazionale dell’Infanzia, lunedì 18 novembre dalle 9 alle 14 presso la Sala delle Conferenze (piazza Montecitorio 123/A) si svolgerà il convegno internazionale “Educare attraverso il gioco - idee e proposte per una nuova politica su infanzia e gioventù”.

L’incontro, organizzato dall’associazione ONLUS Giovanna D’Arco, vuole essere un momento di confronto tra ragazzi, adulti e istituzioni in materia di politiche della famiglia e tutela dei minori.

In particolare, l’associazione intende affrontare il tema del diritto al gioco quale bisogno primario garantito dalla Convenzione di New York sui diritti dell’Infanzia, ma anche quello dell’approccio educativo attraverso il gioco. La ONLUS Giovanna d’Arco sta infatti analizzando la possibilità di elaborare una proposta educativa il cui approccio sarà fondato proprio sullo strumento educativo del gioco, quale trasmissione dei valori fondanti la nostra società.

“Il gioco è un diritto del bambino e noi, in quanto adulti, dobbiamo garantirglielo- dice Maria Pia Capozza, presidente dell’associazione ONLUS Giovanna D’Arco- I bambini vanno coinvolti aprendo le porte della città e i luoghi di gioco sicuro, infatti riteniamo che il gioco sia uno strumento educativo, oltre che un linguaggio adeguato per i minori, attraverso cui si possono trasmettere valori e insegnamenti fondamentali che poi rimangono per tutta la vita”.

Secondo il presidente Capozza, inoltre, c’è la necessità di rivedere il concetto di educazione ed educatori perché poco valorizzati: “L’educatore- dice- svolge un lavoro egregio spesso sottopagato e per alcuni aspetti anche poco conosciuto; per quanto riguarda l’educazione, invece, negli anni ci siamo resi conto che il minore è più tutelato quando è beneducato e si sente amato dagli educatori, che possono essere i genitori oppure gli insegnanti”.

La giornata vedrà protagonisti bambini e ragazzi che saranno coinvolti attivamente nel dibattito e che avranno quindi modo di esprimere la loro opinione sul tema del gioco, oltre che di raccontare il mondo visto dai loro occhi. Saranno pertanto coinvolte le scuole primarie e secondarie della provincia di Roma, per attivare fin da subito un dibattito in classe circa il tema specifico del convegno.

Inoltre, con il fine di supportare la mission, verrà presentato un progetto di ricerca su “Correlato neurobiologico del gioco violento e del gioco solidale: pregressi e prospettive”. Lo studio sarà svolto presso il laboratorio di Neuroscienze del Dipartimento di psicologia dinamica e clinica dell’Università Sapienza di Roma.
http://www.dire.it/home/4987-infanzia-educare-attraverso-gioco-roma.dire




 invia  |  Stampa